Cala il sipario sulla XXVI Edizione di Estate Azzurra: emozioni e bilanci

XXVI Edizione Estate Azzurra – Palio dei Rioni 2017

 C’era una volta, in un piccolo comune della provincia ionica, e c’è tutt’oggi, il C.O.G.E, un gruppo di volenterosi ragazzi che un giorno decise di animare l’estate del proprio paese rendendola azzurra come il cielo. Nacquero così i giochi estivi, Estate Azzurra divenne un appuntamento irrinunciabile per i ragazzi dei cinque rioni che ogni anno si impegnavano a vincere il tanto ambito Palio.

Dopo ben 26 edizioni, il Comitato Organizzativo Giochi Estivi esiste ancora e non ha perso la voglia di proseguire nell’intento di creare tanto divertimento, intrattenimento, inclusione sociale e allegria nella piccola cittadina di Carosino. Tra mille difficoltà burocratiche, tecniche, meteorologiche, gli organizzatori di Estate Azzurra hanno offerto un ricco programma spalmato in quattro serate dal 13 al 16 luglio, tutte molto partecipate da un pubblico caldo e pronto a tifare il proprio rione d’appartenenza. Grandi e piccini hanno indossato la maglietta colorata di verde, marrone, rosso e celeste, i colori dei rioni Palazzi, Pipitari, Paramienti e Croce. Il grande assente di questa edizione è stato il rione Pagghiari rappresentato dal colore giallo: per vari motivi quest’anno non c’è stata la squadra che in passato tanto ha contribuito a rendere frizzante i giochi estivi, ma già si vocifera, e questo è l’auspicio di tutti, che si è pronti a ripartire più carichi di prima!

Tanti gli sponsor e i liberi cittadini che hanno supportato economicamente la manifestazione e dallo scorso anno, in occasione del suo 25° anniversario, Estate Azzurra è stata istituzionalizzata dall’Amministrazione Sapio, come evento tipico e caratteristico del Comune di Carosino vista anche la sua longevità. E’ da ben 26 anni che la kermesse tiene compagnia nelle calde serate estive carosinesi che quest’anno sono state turbate da qualche momento di pioggia subito superato dalla volontà di continuare a giocare e a divertirsi. Numerosi i volontari che con la dedizione e la propria disponibilità di tempo hanno fatto in modo che tutto andasse bene, la Croce Rossa, la sezione FIR-CB predisposta insieme ai Vigili Urbani, a garantire l’ordine pubblico, la Fratres, l’Anffas, gli ospiti musicali, i fotografi, gli sketch teatrali. Ogni singolo elemento ha formato il puzzle di un evento riuscito, nonostante tutte le difficoltà incontrate per le nuove normative di sicurezza pubblica che si sono dovute applicare dopo i tragici episodi di Torino in occasione della finale di Champions League.

Molti i timori, tante le ansie per ogni piccolo dettaglio, ma davvero enorme è stata la soddisfazione dei componenti del C.O.G.E. nel vedere realizzata, per l’ennesima volta, una manifestazione con radici simboliche che marcano l’appartenenza al proprio territorio, ma che in realtà sono protese verso chiunque voglia farne parte. Come una casa senza porte, il Comitato Organizzatore accetta le proposte di chiunque voglia bene al proprio paese, valuta la fattibilità dei giochi, acquista il materiale, li realizza concretamente con una squadra soprannominata “Ciucci ti fatia” proprio per l’abnegazione e lo zelo che ci mettono i componenti che trascorrono ore e ore a lavorare affinchè tutto sia perfetto. Come una grande famiglia, con le proprie peculiarità, i propri pregi e difetti, intuizioni e metodi, ognuno collabora per la buona riuscita dell’evento clou estivo a cui segue, come da tradizione, la caratteristica Sagra del Vino.

Foto, video, post sui social, articoli della stampa, musica, bandierine colorate, addobbi stradali, mascherine e carri, Carosino si colora a festa nel mese di luglio e diviene dimora di spettatori e giocatori comunali ed extracomunali uniti dalla voglia di divertirsi fino a tarda sera. Appuntamenti divenuti fissi del Palio dei Rioni di Carosino sono il Palio dei Piccoli e il Palio Intercomunale, il primo ha per protagonisti i piccoli dei rioni che, con una classifica a parte, si contendono il palio rappresentato, quest’anno, da una tela dipinta da Lucia Greco che raffigura il mondo dei bambini, la loro innocenza, i loro sguardi curiosi e le loro impronte candide. Il Palio Intercomunale invece vede come contendenti i comuni limitrofi, San Giorgio Ionico, Monteiasi, Monteparano, Faggiano e la stessa Carosino, ma questa edizione è stata caratterizzata da un’unica squadra ospite che ha accettato l’invito con tanta sportività. Solo Monteiasi ha gareggiato insieme alla squadra del C.O.G.E. e della stessa Carosino formata da componenti di tutti i rioni, mentre Monteparano e San Giorgio non sono riusciti a formare delle squadre e anche Faggiano, per questa edizione, si è astenuta dal gioco.

Insomma non è mancato davvero nulla in questa frizzante XXVI Edizione di Estate Azzurra, neanche la suspense del vincitore! Fino alla fine le classifiche potevano ribaltarsi e nessun caporione poteva star sereno. Il Palio dei Rioni 2017 di Carosino è stato vinto dal Rione Palazzi ma la festa finale ha coinvolto davvero tutti in un gran girotondo di abbracci, balli, canti e tantissimi coriandoli colorati. Il C.O.G.E si ritiene soddisfatto e, dopo una meritata pausa, si rimetterà sicuramente a lavoro per programmare la prossima edizione dei giochi estivi che tanto caratterizzano Carosino per il loro valore sociale, per la loro continuità nel tempo e soprattutto per il forte senso di appartenenza alla comunità.

Anna Rochira

Precedente L'armonia del Pazzo e la magia dei colori dell'anima di Ninnì Successivo Il maratoneta anziano e il mare