XXVII Edizione di Estate Azzurra: i ragazzi del C.O.G.E. soddisfatti per il grande successo ottenuto

 

Come ogni anno, dopo tante fatiche, i fantastici ragazzi che compongono il Comitato Organizzativo Giochi Estivi tracciano un bilancio di Estate Azzurra. La manifestazione, che allieta le calde serate estive, quest’anno è giunta alla sua XXVII edizione, un bel traguardo per la seconda tra le feste più importanti che animano il popolo di Carosino, dopo la Sagra del Vino che anche quest’anno ha registrato un grande successo di pubblico. Ed è di una vera e propria festa che si parla riferendosi al Palio dei Rioni, una festa di colori, cinque in tutto, un’allegria che coinvolge tutta la cittadinanza invitata a farne parte attraverso i giochi che si svolgono durante le cinque serate ben programmate dagli organizzatori. Grandi e piccini si allenano nei garage, all’aperto, in casa, intere famiglie partecipano all’allestimento dei carri colorati che sfilano come da tradizione all’apertura dei giochi estivi nel Carnevale dei Rioni. E non importa chi vince, l’importante è ballare, colorare le strade del proprio rione di appartenenza con addobbi pertinenti al tema scelto, l’emozione che anima ogni partecipante è il sano divertimento, la voglia di stare insieme e, per i più ambiziosi, anche il trofeo finale. I caporioni hanno l’arduo compito di calmare gli animi che si infervorano durante le serate, ma anche di rispettare i regolamenti e di essere sportivi per non perdere il vero spirito di questa bellissima iniziativa nata quando ancora molti degli attuali partecipanti non erano neanche nati!

Miriamo alle nuove generazioni, il nostro desiderio più grande è quello che i ragazzi di oggi continuino a tenere viva questa manifestazione senza perder di vista i sentimenti dell’amicizia e del sano divertimento che la animano“, così si esprime il Presidente del Comitato, Enrico Tanese che continua instancabile a seguire da dietro le quinte ogni momento della kermesse. Ma oltre a lui una grande squadra di giovani talenti e vecchie conoscenze lavora come una catena di montaggio per la buona riuscita dell’evento estivo. Se i carosinesi finita Estate Azzurra si concentrano sulla festa patronale prima e la Sagra del Vino dopo, i ragazzi del C.O.G.E. continuano ad incontrarsi per pianificare il lavoro da organizzare per la nuova edizione di Estate Azzurra. Tante anime diverse ognuno a suo modo prezioso al gruppo, ognuno ricco di qualità e talenti che mette a disposizione della comunità per la buona riuscita della festa che caratterizza il piccolo paese ionico. E se anche il Palio Intercomunale quest’anno non configurava nel programma, non sono mancati gli amici dei paesi limitrofi a tifare per questo o quel rione, a sostenere l’evento che come ogni edizione si è arricchito della presenza dell’Anffas e della Fratres perchè Eatate Azzurra è anche solidarietà!

Anna Rochira 

Precedente La nostra vita in vetrina: la velocità di un click genera cybernauti poco social Successivo La Grande Guerra continua sotto mentite spoglie